2 agosto 2011

Questa sera le strade sono piene d'Amore...


Dal discorso pubblico di Haakon Magnus, principe ereditario di Norvegia

Oslo, sera del 25 luglio 2011, davanti a migliaia di persone con il cuore gonfio di pena e la testa piena di domande, scese in strada per manifestare e superare insieme il loro dolore:

Questa sera le strade sono piene d'Amore...

Abbiamo scelto di rispondere alle crudeltà con la vicinanza.

Abbiamo scelto di rispondere all'odio con l'unità.

Abbiamo scelto di mostrare ciò che rappresentiamo.

La Norvegia è un paese in lutto.

E un pensiero va a chi ha subito una perdita.

A chi ha fatto uno sforzo eroico per salvare delle vite umane e ripristinare la nostra sicurezza e ai nostri leader che sono stati sottoposti a delle difficilissime prove negli ultimi giorni.

A chi è rimasto a Utøya, e al governo che sono stati bersagli di terrore,

ma questo riguarda tutti noi.

In modo terribile e chiaro, abbiamo visto quale impatto possano avere le azioni di un individuo.

Questo ci ha mostrato anche quanto siano importanti gli atteggiamenti che ciascuno di noi ha, quanto sia importante ciò che scegliamo per costruire la nostra vita, e quanto della nostra vita scegliamo di spenderla per il bene degli altri e della comunità in cui viviamo.

Dopo il 22 luglio, non dovremo mai più permettere a noi stessi di credere che il nostro punto di vista e le nostre opinioni siano irrilevanti.

Ma dovremo affrontare ogni giorno, pronti a combattere per quella società aperta e libera a noi tanto cara.

Cari giovani: Voi siete la nostra bussola, il nostro coraggio e la nostra speranza.

Siete voi che darete forma e determinerete quale Norvegia avremo nei prossimi anni.

Ognuno di voi non ha prezzo. E noi abbiamo perso molto.

La Norvegia che vogliamo, nessuno sarà in grado di togliercela.

Questa sera le strade sono piene d'amore...

Siamo di fronte ad una scelta. Non possiamo annullare ciò che è stato fatto.

Ma possiamo scegliere cosa faremo per noi come società e come individui.

Possiamo scegliere che nessuno ha bisogno di stare in piedi da solo.

Possiamo scegliere di stare insieme.

Spetta a ciascuno di noi ora. Spetta a voi e a me.

Insieme abbiamo un lavoro da fare.

E' un lavoro che va fatto intorno a un tavolo da pranzo, in mensa, nelle organizzazioni, nel volontariato, da uomini e donne, nei piccoli centri e nelle città.

Avremo una Norvegia in cui vivremo insieme con la libertà di pensare al di là di noi stessi,

dove le differenze saranno viste come opportunità,

dove la libertà sarà più forte della paura.

Questa sera le strade sono piene d'amore...

traduzione a cura di stazioneceleste.it
qui la fonte in lingua originale


3 commenti:

Anonimo ha detto...

Meraviglioso....

Riyueren ha detto...

Parole splendide, da tenere sempre presenti, come altre che ho trovato qui.Ora vado a linkarvi su Innerland.

Ambretta S. ha detto...

Salve, oltre a comunicare il mio desiderio di collegare il mio blog www.angeliallavoro.blogspot.com al vostro "blog to blog", desidero dirVi che seguo sempre tutti gli articoli perché li trovo molto stimolanti e interessanti. Grazie!